Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

Prodotti

Un microcredito trasforma una donna afghana in un’imprenditrice

Dona ora > Afghanistan > Microcredito

Abbiamo iniziato a lavorare a Kabul nel 2003, accogliendo e aiutando le vedove. La condizione già durissima di una donna afghana è infatti resa ancor più drammatica dall’assenza di un uomo accanto, che possa provvedere per lei e che garantisca la sua "onorabilità".

Impossibilitate a lavorare, spesso con figli a carico, e con una età media di 35 anni, l’unica soluzione per molte vedove era mendicare, prostituirsi e sopportare abusi di ogni tipo. Oppure morire di fame nell’indifferenza. Una condizione che ancora oggi accomuna circa un milione di donne.

Oggi però, insieme a Pangea, molte donne a Kabul sono diventate una risorsa fondamentale per la propria famiglia, rispettate e autonome.

Con soli 150 euro si può avviare un’attività generatrice di reddito e far ripartire la vita di una donna e dei suoi figli.

“Da quando abbiamo scoperto la possibilità di chiedere un microcredito a Pangea, la nostra vita è cambiata” spiega Farahnaz. “Dopo aver ottenuto un prestito di 8000 afgani, abbiamo comprato un carretto con cui vendo cipolle, patate e verdure e con i guadagni mantengo tutta la famiglia. Siamo persino riusciti a mettere da parte qualche piccolo risparmio. La nostra situazione sta migliorando sempre di più e in casa si respira un clima più sereno e positivo. Personalmente sono così contenta ogni volta che riesco a pagare la rata settimanale del prestito e in più riesco a mettere da parte un piccolo risparmio. È una gran bella soddisfazione!”

Farahnaz è felice perché vede la sua vita cambiata. Aiuta anche tu una donna afghana ad ottenere la sua occasione di felicità!

------------------------------

Ricorda che tutte le donazioni a Pangea sono deducibili/detraibili dalla tua dichiarazione dei redditi.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni puoi inviarci una mail a donatori@pangeaonlus.org