Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

 


Sostieni i progetti di Pangea in India


Progetti

4. In viaggio verso Calcutta

Dova lavoriamo > India > Diario di viaggio

In esclusiva per Vanity Fair, la quarta puntata del diario dall'India del fondatore di Pangea. Un viaggio tra le donne con difficoltà.

Il paesaggio cambia lento e il treno racconta la sua India. Nella condivisione dello spazio, sono gli occhi delle madri la luce della sera.

L'odore di spezie è nell'aria e la voce cantilenante dei venditori di té che passano tra le file di persone scandisce il tempo. I pianti dei bambini ti raccontano storie fatte di viaggi interminabili e le flebili luci che lo sguardo incontra lungo la via, parlano di tempo che non conta.

La notte, i portelloni aperti, lasciano che l'aria umida del monsone scorra sul viso. Lo sguardo indugia sui binari che mai perdono definizione per la poca velocità e incontrano quello di bambini che su essi sopravvivono alla vita.

Salgono sul treno e, quasi invisibili, acquattati sul pavimento degli scompartimenti cercano cose. Un avanzo di cibo o una moneta per poi scendere poco più in là. Sdraiato mi volto, incontro uno di loro, in un attimo ci raccontiamo la vita. Allungo la mano e gli offro una mela e lui mi lascia un sorriso.

Ventiquattro ore di viaggio per arrivare a Calcutta per chi è abituato alle auto rombanti, ai treni sfreccianti o agli aerei possono sembrare una eternità ma, se vuoi viaggiare e non spostarti, se vuoi restare e non tornare questo è il modo per capire e, Pangea, resta.

Seguiteci nel nostro viaggio con questo diario online, scritto in esclusiva per le lettrici e i lettori di Vanity Fair da Luca Lo Presti, fondatore e presidente di Fondazione Pangea Onlus.