Pangea

Foto da: bollywoodmantra.com

Le Nazioni avranno successo solo quando le donne avranno successo

Punto di vista > India

febbraio 2015

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, al termine della sua visita in India, ha rivolto l’attenzione sulla questione dei diritti delle donne, dichiarando che, per un reale ed efficace sviluppo, è necessario garantire in ogni Paese educazione ed “empowerment” tanto alle ragazze quanto ai ragazzi.

“L’esperienza ci insegna che le nazioni di maggiore successo sono quelle in cui le loro donne hanno più successo” ha detto Obama, durante l’incontro con gli studenti in diretta sulle emittenti televisive locali.
“La condizione delle donne è una delle misure che ci indica nel modo più diretto se una nazione si sta sviluppando in maniera efficace. Quando una ragazza va a scuola, non solo si apre la sua giovane mente, ma tutti noi ne beneficiamo. Forse un giorno avvierà un business, o inventerà una nuova tecnologia, o troverà la cura per una malattia. E quando le donne possono lavorare, c’è più salute nelle famiglie e nelle comunità e più prosperità in tutto il Paese.”

La questione della parità di genere ha attirato un’attenzione crescente in India a partire dal tristemente noto stupro di gruppo nell’autobus e la morte di una ragazza a Delhi nel dicembre del 2012.
Il crimine, che scatenò un’ondata di proteste in tutto il subcontinente indiano, ha portato alla ribalta la questione dell’aumento della violenza sulle donne e ha ampliato il dibattito sulle discriminazioni nei confronti di donne e bambine in diverse aree, quali l’educazione, la salute e il lavoro.
Il discorso di Obama è arrivato qualche giorno dopo che il Primo Ministro Narendra Modi aveva lanciato una campagna per contrastare il calo del numero di ragazze in India – risultato di decenni di aborti selettivi dei feti di sesso femminile praticati per via di un’antica e radicata preferenza culturale per i figli maschi.
Il censimento indiano del 2011 ha mostrato che, sebbene il rapporto numerico tra femmine e maschi sia lievemente aumentato rispetto al precedente censimento del 2001, sono nate meno bambine che bambini.
Dai censimenti risulta infatti che negli ultimi 5 decenni il numero di bambine al di sotto dei 6 anni è costantemente calato: nel 2011 il rapporto numerico medio era di 918 bambine su 1.000 bambini, mentre nel 2001 si registravano 927 bambine e nel 1961 ben 976 bambine ogni 1.000 bambini.
La campagna di Modi "Beti Bachao Beti Padhao" (salva la figlia, educa la figlia) ha l’obiettivo di migliorare il rapporto numerico tra maschi e femmine e la parità di genere tramite l’educazione.

Obama si è detto sorpreso dalla partecipazione di un così gran numero di ragazze durante i suoi 3 giorni di visita, compreso il giorno della parata delle forze armate in occasione della Festa della Repubblica.
“Se una nazione vuole davvero avere successo nell’economia globale di oggi, semplicemente non può ignorare i talenti di metà della sua popolazione - detto a un pubblico entusiasta di circa 2.000 persone che gremivano l’auditorium di South Delhi - E come mariti, padri e fratelli, dobbiamo farci avanti, perché la vita di ogni bambina conta, perché ogni figlia merita le stesse opportunità dei figli e ogni donna dovrebbe essere in grado di vivere liberamente le sue giornate, camminare per la strada, prendere l’autobus e sentirsi sicura ed essere trattata con rispetto e dignità. Perché lo merita.”

.

“Le parole del presidente Obama dovrebbero trovare d’accordo chiunque crede nella parità tra uomini e donne e nei diritti umani - ha commentato la nostra collega indiana Kuhu Das da Casa Pangea Calcutta - Sono totalmente d’accordo con quanto è stato detto sull’empowerment delle donne durante l’incontro con gli studenti a New Delhi. Tutte e tutti sappiamo che questa è la pura verità: il contributo di metà della popolazione, ovvero delle donne, è la chiava del successo per ogni nazione. Ma il grande paradosso è che le donne in tutto il mondo tuttora soffrono di discriminazioni e violenze in una forma o nell’altra. In India da qualche decennio le donne sono impegnate in una lotta per la parità e il contrasto alla violenza che ha portato molti cambiamenti significativi ma, data la situazione, è evidente che c’è ancora molta strada da fare. La battaglia è incredibilmente dura: il sistema e la società patriarcale sono così ben radicati e influenti che è assai difficile sradicarli e trasformarli. In ogni caso, sono sempre speranzosa, per questo aspetto con impazienza il cambiamento, non importa quanto duro sia il cammino per raggiungerlo. Non possiamo smettere di sognare. E non ci fermeremo finché l’obiettivo non sarà raggiunto!”