Pangea

Denunciare si deve. Salvare i Centri Antiviolenza si può

Punto di vista > Italia

marzo 2015

Domani Pangea è a Bari, tutto il giorno, in piazza del Ferrarese, e ad accoglierci simbolicamente è questa notizia: "Arrestato marito violento a Bari".

Una notizia fortunatamente diversa dalle solite, quelle di femminicidio, di omicidio-suicidio, di "delitto passionale". Questa volta il carnefice è stato fermato prima, grazie all'intervento dei carabinieri.

Una bella notizia, ma tuttavia rimane da sottolineare come non sia questo il modo giusto di risolvere la situazione. Certo, il modo ancora più giusto sarebbe evitare le relazioni con questo tipo di uomini. Ma quando ciò non è evidente fin da subito, quando solo ad un certo punto iniziano a comparire manifestazioni di violenza, la via maestra è e rimane sempre quella di denunciare.

Le donne che ne sono vittime, ma anche i loro familiari, i loro amici, che si accorgono di una situazione anomala, hanno il diritto nonché il dovere di denunciare la cosa. Ai servizi presenti sul territorio, al pronto soccorso, alle forze dell’ordine e, soprattutto, ai Centri Antiviolenza.

Ecco, appunto, i Centri Antiviolenza. Queste strutture che lottano ogni giorno non solo contro la violazione dei diritti umani, ma anche contro la mancanza di fondi, la scarsità di risorse, il rischio continuo di chiusura.

Come il centro Safiya, di Polignano a mare, proprio alle porte di Bari. Uno dei cinque centri del sud Italia che Pangea ha deciso, insieme a voi, di salvare da sicura chiusura.

Per questo abbiamo lanciato la campagna #maipiuinvisibile. Sensibilizzare sul problema della violenza domestica (la prevenzione) e impedire la chiusura dei Centri Antiviolenza in alcune delle zone dove sono maggiormente necessari (l'azione).

Per questo, tutti insieme, abbiamo un semplice gesto da compiere: afferrare il nostro telefonino, comporre il 45591, e inviare un SMS.

Un gesto semplice e quotidiano, ma che questa volta avrà un esito diverso dal solito: salverà la vita a migliaia di donne.

[4] bip [5] bip [5] bip [9] bip [1] bip [Invio] bip.

Grazie.

Paolo Riva
Responsabile contenuti web e socialnetwork di Fondazione Pangea Onlus