Pangea
fb tw ig yt
iscriviti

Progetti

Foto archivio Pangea

Karima, il coraggio di chi non si rassegna alle difficoltà

Testimonianze > Afghanistan > Karima

Nome: Karima
Centro donna: Dashte Brachee
Beneficiaria dall’anno: 2015
Report del: 25 febbraio 2015

Informazioni personali
Karima ha 34 anni e vive nel distretto 13 di Kabul, in una piccola casa con suo marito e i suoi figli. E’ sposata da quando ne aveva 20, dopo aver ottenuto il permesso di suo padre e di sua madre per le nozze.
Dopo il matrimonio non è riuscita immediatamente a rimanere incinta a causa di alcuni problemi ginecologici, e solo dopo cinque anni ha scoperto finalmente di aspettare una bambina. In qual momento Karima si sentiva molto felice, anche se la sua situazione economica non era buona, dato che vivevano in una casa in affitto e il lavoro di suo marito non andava per niente bene. Il sogno di Karima rimaneva comunque quello che sua figlia crescesse sana e che un giorno potesse diventare una persona istruita e inserita nella società.
Karima è diventata poi madre di cinque figli, un maschio e quattro femmine, ma purtroppo una delle figlie ha manifestato fin dal primo anno di vita problemi di cuore. Questo ha rappresentato il maggior problema per Karima e per la sua famiglia, perché non avevano abbastanza soldi da spendere per i farmaci, mentre il marito svolgeva lavori manuali per strada e riusciva a malapena a guadagnare per il sostentamento della famiglia e niente più.
Karima era molto preoccupata perché non aveva nessuna qualifica per poter lavorare a fianco del marito, mentre intanto crescevano le spese per i figli che avevano bisogno di aiuto per lo studio. Anche per questo sua figlia maggiore avrebbe voluto iniziare a lavorare, mettendosi a vendere detersivo in polvere, ma Karima non ha voluto lasciarla andare a lavorare fuori casa, preferendo invece che studiasse e andasse a scuola, per impedire che i suoi figli rimanessero senza educazione.

Il Programma di microcredito di Fondazione Pangea
Karima ha allora cercato di fare qualcosa per aiutare il marito ad ampliare la propria attività.
Trovate le informazioni sul Programma di microcredito di Pangea, dopo aver terminato il processo di preparazione, ha ottenuto in prestito 12.000 afghani (circa 180 euro) che hanno permesso l’acquisto di un carrello ambulante per la vendita della frutta. Il reddito quotidiano di suo marito è così cresciuto da 200/250 afghani (3/4 euro), fino a 500/650 afghani (7/10 euro).
Il lavoro è così migliorato di giorno in giorno, ma contemporaneamente è aumentata la spesa per i farmaci della figlia con problemi cardiaci. Quando il medico ha calcolato che servivano circa 2.000 dollari (1.800 euro) per operare la bambina, Karima e il marito hanno cercato in tutti i modi di recuperare la cifra ma purtroppo non ce l’hanno fatta e, a causa delle ristrettezze economiche, hanno tristemente perso la figlia.

Commento
Nonostante tutto, Karima è molto felice e soddisfatta del supporto ricevuto da AWSSO e dal Programma di microcredito di Pangea nel sostegno ai bisogni della sua povera famiglia, e ringrazia molto del grande aiuto ottenuto.

Relazione di Arzoo Mansoor