Pangea

Non mettete in onda l’intervista a Luca Varani

Lettera aperta > Trasmissione Storie maledette

Alla cortese attenzione di:
Direttore Generale RAI
Antonio Campo dall’Orto

Per conoscenza
Presidente del Consiglio dei Ministri
con delega alle Pari Opportunità
Matteo Renzi

Egregio Direttore,

in relazione all’intervista a Luca Varani, prevista da palinsesto Giovedì 4 febbraio 2016 in prima serata, su Rai3, all’interno di “Storie Maledette”, ne chiediamo la cancellazione della messa in onda.

A Lucia è stato tolto un volto. La trasmissione “Storie Maledette” ne restituisce uno al carnefice. Crediamo sia impossibile mettere sullo stesso piano vittima e carnefice, e sia inopportuno e fuorviante quanto scritto nella presentazione dell’intervista dalla trasmissione “Storie Maledette” in cui si dice che la violenza all’interno di una relazione intima è il frutto di una “ossessione di una storia, in cui sesso e passione travolgono morbosamente due giovani vite, alla fine, vittime entrambe, di una maledetta storia”.

I temi relativi alla violenza sulle donne meritano una estrema attenzione perché troppo spesso si cade facilmente in stereotipi lesivi della libertà e dei diritti delle donne, (come richiede la Convenzione di Istanbul); il maltrattamento all’interno di una relazione cosi detta “affettiva” ha un perpetratore che intenzionalmente cagiona danno alla vittima.

Tale istanza è chiesta dalla rete e associazione culturale “Tiziana Vive” nata a seguito di un drammatico episodio di femminicidio di una giovane donna, madre, di 36 anni, atrocemente uccisa dal marito. Raccoglie un gruppo di associazioni e individui amici di Tiziana.

Lo scopo dell’Associazione è realizzare progetti e attività volti a contrastare il fenomeno della violenza, in particolar modo verso le donne e i loro bambini, per la promozione del benessere nelle relazioni.

La ringraziamo per la sua certa attenzione.
Damiano Rizzi, Presidente Tiziana Vive

Tiziana Vive è: Fondazione Pangea, Soleterre ONG/ONLUS, City Angels, Altreconomia, Amici dei Bambini, Tiarè, Meti, Casa Editrice Mammeonline, La Bitta, L’Isola che non c’è.